#Diario di un’ambientalista incosciente

Dal Diario di un’ambientalista incosciente …

GOLETTA VERDE SALUTA TERRACINA

di —Green Lady Writer—

Mare piatto, vento zero e devo “recuperare” con una barchetta a vela un imbarcazione di 23 metri a largo della costa terracinese. Siamo a fine giugno 2016 e l’estate piena sta facendo capolino da dietro il Pisco… Come ovviamente non previsto, sono ancora a terra ma la barca è già lì che mi aspetta, peccato che i miei piccoli amici velisti del Circolo Velico abbiano ancora in bocca il cornetto e l’espressione stampata in faccia di chi quel giorno ha deciso di andare a sciare, per cui io li guardo, loro mi guardano e il Cigno di Goletta verde ci guarda  da lontano…Bene, Che si fa?…Si va!!! Si sale a bordo o meglio mi getto come una piccola foca monaca nella barca e mi areno nell’unico punto dove di lì a poco mi arriverà un cazzotto dal bastone della vela che si muove nonostante vento zero …Il karma del volontario non delude mai. Ora ci troviamo in altissimo mare (per me) e già prego a mani giunte che una qualche tempesta non ci colga improvvisamente o che qualche mostro marino appartenente alle antiche leggende del luogo non ci sorprenda, sotto lo sguardo dubbioso e compiaciuto di piccoli velisti che vorrebbero tanto che finissi in acqua poiché continuo a fare domande da non fare ai naviganti del tipo: “Vedo dell’acqua in barca…E’ male o è bene????”…Un po’ come quando si augura la buona pesca ai pescatori, dalle nostre parti non si fa No! No! No! Comunque grazie alla loro bravura e al mio improvviso silenzio continuato nel tempo si aggancia la Goletta Verde: la prima cosa che vedo è un Omone proprio stile “il vecchio e il mare” ma decisamente più giovane e sereno e con un’espressione di chi vorrebbe darmi fiducia ( mi dispiace per lui ma forse non conosce il karma del volontario di questi luoghi) e mi dice così che ci seguiranno per attraccare in porto. Nonostante Paolo Fox per quel giorno mi dia Saturno contro, entriamo nel canale principale senza sciagure o meglio, noi piccoli velisti in erba non possiamo addentrarci fino a lì, quindi salutiamo, gli facciamo segno del tipo andate lì e si decide di andare a salutare nella maniera marinaresca un velista “appollaiato in mare” a poche decine di metri dalla spiaggetta di Levante. Non so se “Goletta verde non porta più tempeste” abbia fatto colpo sul mio karma ma la fortuna vuole che nonostante le ripetute “strombazzate”  a ridosso della barca a vela,  nessuno degli abitanti dormienti sia uscito per “colarci a picco”. Scendo a terra felice della bellissima esperienza e mi auguro di incontrare in MONTAGNA quei piccoli velisti e di restituirgli il favore, a loro e al loro cinico istruttore, SIGH! Scendono gli abitanti della Goletta, per me sono un po’ come i fantastici 4 anche se sono un po’ di più e hanno tutti lo stesso potere: lo spirito di adattamento. Ebbene sì, un grande spirito di adattamento considerando che alla proposta di un cigno di terra terracinese di fare nell’anno avvenire alcune tappe in alto mare lì sopra, la mia riposta è stata : “ Vi seguo con la macchina”. L’imbarcazione è imponente, antica, di legno e l’interno è piccolo, molto piccolo, piccolissimo, sacrificato, molto sacrificato, sacrificatissimo, per pirati con poteri appunto, ma pirati buoni che solcano con quell’imbarcazione l’intera penisola, lavorando h24 nel piccolissimo spazio all’interno che contemporaneamente è: ufficio, laboratorio, cucina, dormitorio, antibagno e luogo ricreativo e in tutto questo sembra che stiano larghi…Il potere dello spirito di adattamento.  Nel pomeriggio hanno del lavoro da svolgere perché certamente dopo ore di navigazione, sballottolati dalle onde tocca anche scendere a terra e continuare a lavorare, in realtà non li ho mai visti smettere in tre giorni tanto da farmi seriamente riconsiderare le mie innumerevoli fatiche che sono al pari zero. In tutto questo lavorare però c’è sempre un aspetto che per una ragione direi genetica primordiale prettamente italiana, ci fa comunque diventare tutti umani appassionatamente: IL CALCIO. Era il giorno degli Europei e l’Italia scendeva in campo. Dopo giorni di navigazione nel silenzio e tra la salsedine i nostri “fantastici” sono stati teletrasportati in piazza della Repubblica e visto la vittoria dell’Italia, osannati per tre giorni consecutivi perché la Goletta Verde porta bene, sì mi rendo conto che la Goletta e il Calcio stiano un po’ come Pinocchio e il Grillo Parlante però il bello dei contrasti è proprio lì, nel fatto che tutto può convivere e in quel caso far stringere rapporti di amicizia e allargare la cravatta anche se in quel caso i navigatori non hanno camicie ma maglie bianche con un bellissimo cavalluccio marino blu. Si cena tutti insieme, si dedica una torta in onore della Manifestazione nell’imbarazzo totale di chi come loro non è abituato a stare sotto i riflettori e quasi quasi non si rendono conto invece di quanto importante sia stato il loro arrivo per noi, d’altronde erano i primi Legambientini Nazionali che vedevamo in carne ed ossa e per noi era un po’ come essere al primo appuntamento con il nostro eterno Amore. Il giorno seguente è stata organizzata una conferenza stampa molto importante che ha visto in Terracina la tappa Regina dell’intero Lazio, in realtà non nascondo la preoccupazione nell’ aver visionato in diretta i dati proiettati a video, si temeva ovviamente che nelle acque dei luoghi campionati di Terracina ci fosse il “disastro” , certo da lì si prendeva poi coscienza, ci si metteva comunque a lavoro come  è stato fatto poiché bisogna sempre migliorarsi , ma vedere in quei dati una speranza è stato comunque una luce nelle tenebre per noi che cerchiamo di mettercela tutta. Nel pomeriggio siamo stati ospitati dai “fantastici” sull’imbarcazione, sono saliti molti bambini increduli dell’immenso splendore di quello che per me è un piccolo monumento e abbiamo avuto modo di parlare, parlare di tutto: l’incontro con alcuni di loro è stato illuminante, mentre il sole tramontava e raccoglieva con sé tutto il lavoro svolto per custodirlo nelle giornate che sarebbero venute. Ci siamo ritrovati ad essere uguali, semplici nelle nostre complessità, desiderosi di vedere la bellezza che nasce e speranzosi di poter aver dato realmente un contributo. In realtà non si sa mai se si è fatto un buon lavoro, se si è raggiunto l’obiettivo, se le persone credono o meno in quello che fai soprattutto perché credere in coloro che fanno  qualcosa senza ricevere contributi materiali o immateriali,  al giorno d’oggi risulta impossibile; forse sarà solo che uno ci nasce con lo spirito del “servizio” oppure perché ad un bivio della vita, si è pensato di non voler lasciare la propria esistenza senza aver prima costruito qualcosa di buono. La Goletta è poi ripartita e sicuramente l’incontro in alto mare, sodo dopo alcune ore, di un orca avrà fatto pensare che venire a Terracina sia stata anche per loro proprio una bella idea. Goletta Verde non porta più tempeste” è ormai lontana e con lei anche la sua protezione e infatti qualche giorno dopo mentre “navigavo” con il mio materassino , senza bastoni che mi sbattono in testa e senza paura di affondare, a un metro da me si è tuffato un pesce spada, saranno stati i piccoli velisti? Oppure Poseidone ringrazia per l’attenzione dedicata al nostro bellissimo tratto di costa?. Goletta Verde non è un lontano ricordo ma una realtà viva che ha restituito un po’ di dignità al nostro mare  e per un lungo e intenso istante mi ha fatto sentire una “piratessa” in alto mare!

—Green Lady Writer—13528758_10207989364224797_8541580108054626607_ncapodogliogoletta_verde_2016-2 DATI TERRACINA13510804_10207985588170398_970136295614985870_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...