FISHING FOR LITTER TERRACINA (FL4T)

27 maggio 2018
Partita questa mattina la sperimentazione del progetto di recupero dei rifiuti marini ed in particolare della plastica in mare. Un problema enorme, una delle minacce ambientali più serie del nostro tempo, che causa danni enormi non solo all’Ambiente ma anche al Turismo e alla Pesca, mettendo a rischio la vita nei nostri mari e anche la salute umana con le pericolosissime microplastiche. Vogliamo ringraziare per la loro disponibilità i tre pescherecci che porteranno avanti questa sperimentazione il Piramide di D. Monti, il Carlo Padre di Q. Cicerani, il Tequila di Q. Alla, il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, la De Vizia transfer SpA Urbaser, S.A. la #djcostruzionibertelli il Comune di Terracina, il Centro Ittico Cooperativa dei Pescatori di Terracina, la Cooperativa La Sirena e Associazione Chimica verde bionet, la rete Plastic Free Beaches Terracina

33672232_1829551847347626_1847150316001165312_n

UNA OCCASIONE PER ESSERCI

27 maggio 2018

SAT SRI AKAL WAHE GURU alla pacifica e operosa comunità SIKH della nostra Città che ha invaso con mille colori sgargianti le strade cittadine questo pomeriggio. Commovente vedere tanti bambini seduti sul camion in corteo che trasportava il loro LIbro Sacro, simbolo di pace, che sventolavano ognuno una bandierina Italiana. Pochissimi i terracinesi, anche quelli cosiddetti vicini ai temi del sociale, presenti alla cerimonia. Grave l’assenza assoluta della nostra Amministrazione (e della cosiddetta Politica in generale di questa Città) per un saluto ad una comunità, oggi riunita così numerosa per una loro importante ricorrenza religiosa, che l’avrebbe sicuramente gradito oltre che meritato questo gesto di sensibilità. Noi di Legambiente c’eravamo, assieme ad alcuni ragazzi di Emergency, contenti di dimostrare e praticare, ancora una volta con i fatti, e non a chiacchiere le nostre idee. Contenti di viverla e animarla questa città nel reale e non solo nel virtuale. Contenti di dimostrare, con la presenza al loro fianco, l’accoglienza e la vicinanza a tutta la comunità SIKH. Una comunità che lavora e opera sul nostro territorio e che crea ricchezza anche per noi e che merita di essere onorata con qualcosa di più di qualche foto, dal gusto esotico, dal balcone di casa o dal marciapiedi, da pubblicare su Facebook.

Di Gabriele Subiaco

 — con Anna Giannetti