In memoria di Paolo Borsellino al Parco del Montuno

19 luglio 2019

In occasione del triste anniversario della Strage di Via D’Amelio del 19 luglio 1992 nel quale persero la vita il magistrato italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e anche prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, Il Circolo Legambiente di terracina “Pisco Montano” ha voluto dare un segno della sua vicinanza a tutta la famiglia Borsellino e si è radunato, insieme ai cittadini, intorno all’Albero di Falcone al Parco del Montuno per l’evento “In memoria di Paolo Borsellino al Parco del Montuno di Terracina”, un evento che sarà ripetuto ogni anno davanti l’albero di Falcone. L’evento è stato riportato nell’agenda nazionale di tutti gli eventi dedicati alla commemorazione della Strage, http://www.19luglio1992.com/27-anniversario-della-strage-di-via-damelio-il-programma-degli-eventi palermo/?fbclid=IwAR37ukVMek68iP9sROL1IvOaMWBOuxQ4anZj79PnsDATcmAiBpuDGZqOHJU ed è stato patrocinato dal MOVIMENTO AGENDE ROSSE -Gruppo ‘Rita Atria ‘-Provincia di Latina per volonta’ della referente provinciale Dott.ssa Lorella Cardarelli.
L’Albero di Falcone rappresenta, ormai da due anni, e grazie all’impegno congiunto dell’Istituto Professionale A. Filosi e del Circolo Legambiente, un simbolo cittadino importante per la lotta contro ogni mafia e il 26 maggio scorso ha ospitato un importante evento di commemorazione della Strage di Capaci organizzato dall’IPS A. Filosi con il Circolo, alla presenza delle massime autorità istituzionali e di tutte le forze dell’ordine.
E’ stata data lettura, a cura della Presidente del Circolo Anna Giannetti, da anni impegnata nel Movimento Agende Rosse di Salvatore Borsellino, dei brani più importanti dei discorsi del compianto e amato Giudice Paolo Borsellino con particolare riferimento all’ultimo discorso del 25 giugno 1992 pochi giorni prima della sua barbara uccisione, discorso in cui Il Giudice aveva di fatto per la prima volta richiesto di essere ascoltato dai magistrati che indagavano sulla Strage di Capaci e quindi aveva mostrato di conoscere dettagli importanti sulla strage, ed è stata data lettura del dispositivo della storica sentenza del processo sulla Trattativa Stato-Mafia del 20 aprile 2018 con le sue implicazioni politiche oltre che giudiziarie, ricordando anche che la Strage di Via D’Amelio è stata oggetto di uno dei più gravi depistaggi della storia della Repubblica (come affermato nella ultima sentenza del Processo Borsellino quater).
Inoltre in chiusura sono state lette e riproposte “le tredici domande allo Stato” della figlia del Giudice Fiammetta Borsellino.

http://www.latinatoday.it/eventi/in-memoria-di-paolo-borsellino-parco-monturno.html?fbclid=IwAR2_2wbbFc1TwaJyAIZ-of6QsIHVKza-rI0QK0Izun2MoNZw17OMawsGjrA

Strage di via d’Amelio, Legambiente ricorda Borsellino

http://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/2578/legambiente-insieme-intorno-allalbero-di-falcone-al-parco-del-montuno-per-ricordare

Annunci