Il Dipartimento Animal Help di Legambiente Terracina, recentemente costituito, protagonista di un salvataggio andato a buon fine, grazie alla importante sinergia con la Capitaneria di Porto- Guardia Costiera di Terracina e con l’Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse – CRAS- Centro Recupero Animali Selvatici – di un giovane esemplare maschio di Tarabusino (Ixobrychus minutus) della famiglia degli Ardeidi, la stessa degli aironi, una specie particolarmente protetta dalla Direttiva Uccelli, inserita nella lista rossa delle specie a rischio, presumibilmente stremato dalla lunga migrazione dall’Africa. L’uccello è stato poi nutrito e rigenerato presso il CRAS e liberato in un habitat adeguato e protetto, il bellissimo laghetto di Penitro a Formia.

Comunicato stampa n.178                                            16 maggio  2020                                                      

Il 9 maggio scorso i volontari del Circolo di Legambiente Terracina “Pisco Montano”  in prossimita’ dello stabilimento “Sirenella” a Terracina notavano la presenza sull’arenile di un esemplare protetto di Tarabusino, della famiglia degli Ardeidi, la stessa degli Aironi, che vive e si riproduce nei canneti, ed è specie protetta ai sensi della Direttiva europea “Uccelli” e specie a rischio, riportato sulla lista rossa delle specie a rischio (IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019), il più completo inventario del rischio di estinzione delle specie a livello globale, purtroppo quasi annegato e arrivato stremato dalla lunga migrazione dalle zone africane. Secondo un protocollo ormai consolidato i volontari di Legambiente hanno subito chiamato la Sala Operativa della Guardia Costiera che, agli ordini del Comandante TV Emilia Denaro, è prontamente intervenuta con una squadra a recuperare l’esemplare che è stato poi consegnato al Presidente del Circolo di Legambiente di Terracina Anna Giannetti per l’immediato trasporto in urgenza, date le condizioni critiche dell’animale, a cura del neocostituito Dipartimento Legambiente Terracina Animalhelp del Circolo, al centro di recupero e assistenza fauna selvatica dell’Ente Parco Riviera di Ulisse, dove il Dott. Nicola Marrone, Direttore e Responsabile del servizio naturalistico e sviluppo sostenibile dell’Ente, si è reso fin da subito disponibile a fornire il proprio supporto.

La presenza di questi delicati animali, non frequente sui nostri litorali, è presumibilmente conseguenza del periodo di “lockdown” per l’emergenza nazionale covid-19, visto che il Tarabusino è animale che non ama troppo la presenza dell’uomo ed è molto dipendente da zone umide protette. La specie è a rischio anche a causa dei gravi problemi di siccità nella lontana Africa, dove è solita svernare, e la popolazione nazionale di Tarabusino sta diminuendo anche in Italia, dove è presente soprattutto al Nord, oltre che lungo il fiume Po, anche lungo l’Adige e l’intera area umida costiera compresa tra Cervia e Grado, e presso l’Arno, e più raramente lungo il Tevere, le zone umide toscane, sarde, siciliane e pugliesi fino alle paludi costiere dell’Italia peninsulare e insulare. Questo meraviglioso uccello presenta un lungo becco arancione e un piumaggio elegante e variegato con colorazioni argentate tendenti al grigio-bruno e al bianco mentre ad ali spiegate il Tarabusino può sfiorare i 60 cm di larghezza. L’ esemplare soccorso e in condizioni critiche è stato subito preso in carico e trattato dal Servizio Naturalistico e Sviluppo Sostenibile dell’Ente Parco Riviera di Ulisse nel Centro di Recupero Animali Selvatici presente nell’area Protetta di Monte Orlando e per fortuna non presentava né traumi né ferite, ma risultava totalmente debilitato dal lungo volo della migrazione e non sarebbe sopravvissuto senza una terapia adeguata. E’ stato quindi sottoposto a terapia, nutrito e rigenerato e solo due giorni fa è stato liberato in un habitat umido, protetto e confacente, il laghetto di Penitro di Formia, dove ci auguriamo possa presto ristabilirsi.

(VIDEO DELLA LIBERAZIONE PRESSO IL LAGHETTO)

https://www.facebook.com/parco.rivieradiulisse/videos/2358508154442775/

Quanto accaduto a Terracina mostra la necessita’ di un costante monitoraggio della fauna selvatica e della importanza di una rete di soccorso, protezione e di tutela della flora e della fauna di tutte le specie dell’Agro Pontino, come negli intendimenti del neocostituito dipartimento Legambiente Animalhelp a Terracina, ed è una occasione per ricordare a tutti l’importanza del rispetto della natura e dei suoi fragili equilibri e di quanto sia determinante la collaborazione tra Associazioni ambientaliste, Capitanerie di Porto-Guardia Costiera e altre Forze dell’Ordine come i Carabinieri Forestali, Enti Parco regionali e nazionali e soprattutto quanto sia prezioso il lavoro svolto dai parchi naturali per la conservazione della flora e della fauna selvatiche del nostro territorio.

In attesa di prossime iniziative con la Guardia Costiera e con il Parco Rivera di Ulisse, il nostro Circolo augura al “busino terracinese” buona e lunga vita dalle nostre parti!

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l’associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell’associazione è l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.

https://www.radioluna.it/news/2020/05/legambiente-terracina-salva-un-uccello-raro-e-nella-lista-rossa-di-specie-a-rischio/?fbclid=IwAR1lVewQqTkXgIokgAu5lVRcJ099MHpwyIdouT3_guyZnsRFEonHcLJ5iwk

http://www.gazzettinodelgolfo.it/terracina-airone-protetto-e-a-rischio-salvato-dai-volontari-di-legambiente/?fbclid=IwAR1bwgC3CC-5RMWltxBdKqEo8tXIZPMqjcoLKWxO4Vb7XJphbdZJo7_7pjk

https://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/3057/lanimal-help-di-legambiente-protagonista-di-un-salvataggio-di-un-maschio-di-tarabusino-grazie-alla-sinergia-con-la-capitaneria-di-porto-di-terracina

http://www.latinatoday.it/attualita/terracina-salvataggio-esemplare-specie-protetta.html

https://www.ilcaffe.tv/articolo/67412/terracina-salvataggio-di-un-uccello-di-specie-rara-andato-a-buon-fine?fbclid=IwAR2hRH5RyNwLwHGSqDTf_FTvqiHxGjhX3KRvR2Zp5r5Ph2MmQeleocKwjwg

IMG33

Airone Stellato ferito recuperato sulla spiaggia di Terracina dalla guardia costiera

Grazie alla Capitaneria di porto Guardia Costiera di Terracina e al suo comandante TV Emilia Denaro per essersi prontamente attivati per mettere in sicurezza l’Airone stellato ferito dopo che lo stesso era stato salvato dalle onde. Il volatile è stato poi trasferito dai volontari del Circolo Legambiente di Terracina presso il centro rapaci di Formia.

Un bello esempio di collaborazione tra Guardia Costiera, Legambiente e Parco Riviera di Ulisse per la salvaguardia dell’ambiente e del nostro ecosistema marino e costiero.

grazie a Anna Giannetti, Anna Di Carlo, Nicola Marrone

http://www.latinatoday.it/cronaca/terracina-airone-salvato-guardia-costiera.html?fbclid=IwAR1zyfHDOQw2qFedaLUzqvQF5UCpPLEJPZWLlU5RMVG9GXU_ZXoLUScQDBE

https://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/3048/airone-stellato-soccorso-dalla-guardia-costiera-di-terracina?fbclid=IwAR3y7Cn1uEWOFbCXXk7zwdKq3INTe7E-7ulzinvhXo-BYzWB9tb5qYqdPdw

SALVATAGGIO A TERRACINA DI UN AIRONE STELLATO

Raro esemplare di airone stellato soccorso dalla Guardia costiera

https://www.latinaoggi.eu/news/cronaca/99155/un-rarissimo-airone-stellato-trovato-ferito-sullarenile?fbclid=IwAR1AScB-JFIMFqva8SPYfBXguL1uexezsORUAld3MtCSvVp_kY60ZlX195k

https://roma.repubblica.it/cronaca/2020/05/10/foto/terracina_trovato_e_soccorso_in_spiaggia_un_uccello_migratore_raro_nel_lazio-256248931/1/?fbclid=IwAR05zvO3lieGUkVVpiBBm0lm3jwwpX-TRXBcstaPq4ATyKdeV1sHCEYqz0M#1

IMG31

 

 

LEGAMBIENTE TERRACINA ANIMALHELP E IL CORONAVIRUS: NASCE LA PAGINA FACEBOOK LEGAMBIENTE TERRACINA ANIMAL HELP CHE IN QUESTI GIORNI STA GARANTENDO CONTINUI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS E CHE SI ARRICCHISCE DA OGGI DI INTERVISTE E APPROFONDIMENTI GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON MARTA LEPORE, MEDICO VETERINARIO DIRETTORE SANITARIO DELLA CLINICA AUSONIA DI TERRACINA. IL DIPARTIMENTO TUTELA E BENESSERE ANIMALE DI LEGAMBIENTE TERRACINA ADERISCE ALLA CAMPAGNA #NONSIAMOCONTAGIOSI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA e ORDINE DEI VETERINARI.

Comunicato stampa n.174                              9 aprile 2020

La pandemia di Covid-19 ci sta costringendo a vivere un momento drammatico fatto di grandi perdite e di grandi difficoltà e nel contempo ci sta imponendo un cambiamento radicale delle nostre abitudini.  Le persone sono costrette in casa, il traffico è ridotto al minimo, gli spazi sono liberi e gli animali se ne stanno riappropriando. Tutto si è fermato o quasi, ma le coscienze non si devono fermare. Possiamo cogliere questo momento per riflettere e per trasformare un cambiamento che ci è stato imposto in una decisione consapevole di tornare a vivere in armonia con la natura della quale siamo parte e non padroni.

“La prima fondamentale questione che vogliamo chiarire è che gli animali non possono essere veicolo di trasmissione del Covid-19 e non rappresentano un rischio per l’uomo. Non esiste alcuna evidenza scientifica che indichi il contrario, così come ha chiarito il Ministero della Salute. Pertanto non c’è giustificazione alcuna per comportamenti da parte dell’uomo che compromettano il benessere degli animali o la loro sopravvivenza. Vogliamo anzi sottolineare quanto la presenza di un animale in casa possa considerarsi una grande opportunità per tutta la famiglia ancora di più in questo momento. L’interazione con gli animali è fonte di grande arricchimento interiore, che sicuramente ha come risultato un impatto positivo sull’umore, una riduzione della sensazione di solitudine e in generale un miglioramento della qualità della vita. I nostri amici a 4 zampe sono una certezza in un periodo in cui non possiamo nemmeno stringerci la mano.  Fortunatamente non risulta esserci un aumento di abbandoni nel territorio di Terracina ma sicuramente le adozioni sono rallentate e addirittura bloccate. Le restrizioni sugli spostamenti hanno influito negativamente su questo aspetto, ma i centri per la custodia degli animali lavorano normalmente e i volontari non hanno sospeso la loro attività di cura. A questo proposito vogliamo dare delle indicazioni importanti sulla gestione degli animali, ricordando che i cani di proprietà possono essere portati a fare una regolare passeggiata ma avendo cura di restare nelle strette vicinanze della propria abitazione e solo per il tempo necessario all’espletamento dei loro bisogni fisiologici. I detentori di colonie feline registrate e i volontari che si occupano di gatti liberi sul territorio e non registrati come colonie, possono continuare ad accudire i gatti. Lo stesso vale per i cani liberi accuditi, per i randagi e per qualsiasi tipo di animale la cui tutela dipenda dalle cure dell’uomo. È un’attività indispensabile per garantire la sopravvivenza degli animali ed è quindi classificata nel modello di autocertificazione come una “situazione di necessità” poiché senza le cure dell’uomo gli animali sarebbero esposti a maltrattamento e abbandono. Rientra inoltre nell’ambito della deroga per “motivi di salute” in quanto tali motivi sono da estendersi anche alla sanità animale. Se gli animali si trovano lontani dal luogo di residenza, si possono raggiungere spostandosi muniti di autocertificazione. Ci fa piacere sottolineare che il Comune di Terracina si è mostrato disponibile e attento affinchè la tutela degli animali liberi sul territorio fosse garantita”, afferma la Dott.ssa Elisa Columbano, referente del Dipartimento Tutela e Benessere animale Animalhelp di Legambiente Terracina.

Il Dipartimento per la Tutela e il Benessere Animale di Legambiente Terracina, nato il 22 febbraio scorso, vuole essere, in questo particolare momento e sempre, un punto di riferimento per tutti gli amanti degli animali. L’impegno primario è fare corretta informazione contrastando le fake news di cui siamo letteralmente invasi e che ci confondono e dare spazio alle campagne a tutela degli animali. Lo facciamo tramite la nuova pagina facebook “Legambiente Terracina AnimalHelp” che in pochi giorni ha avuto già molti iscritti e grazie alla quale abbiamo la possibilità di raggiungere tutti coloro che condividono i propri spazi con un animale da compagnia e tutti i volontari che si occupano degli animali liberi sul territorio o ospiti dei centri per la custodia, in attesa di poter dare vita alle diverse attività che ci siamo proposti di realizzare.

Al fine di informare correttamente, il Dipartimento ha consultato la Dottoressa Marta Lepore, medico veterinario stimatissimo a Terracina, direttore sanitario della Clinica Veterinaria Ausonia, che ha chiarito per noi alcune importanti questioni sui nostri amici a 4 zampe e di cui riportiamo qui uno stralcio dell’intervista che verrà pubblicata integralmente sulla pagina facebook Legambiente Terracina Animal Help.

“Ad oggi non è possibile escludere che un animale possa essere infettato ma resta improbabile. Qualora accadesse comunque non ha la capacità di trasmettere a sua volta la malattia all’uomo. Un recente studio ha dimostrato che i gatti e non i cani possono essere contagiati dall’uomo e trasmettere la malattia ad altri gatti ma non c’è evidenza del contrario. È bene comunque che i proprietari positivi al Covid-19 deleghino la cura del proprio animale domestico ad altre persone durante il periodo di quarantena al fine di non contagiarlo finchè non ottenga lui stesso due tamponi negativi” dichiara la Dott.ssa Marta Lepore, mentre sull’assistenza veterinaria aggiunge: “l’assistenza veterinaria è sempre garantita ma con qualche accorgimento. In caso di urgenza bisogna contattare il veterinario curante o la clinica prima della visita per concordare un orario e ridurre attese ed eventuali contatti. Si può accedere solo muniti di mascherina e un solo accompagnatore per paziente che dovrà poi lasciare che si proceda con la visita solo con l’animale. Inoltre con dispiacere siamo stati costretti ad eliminare gli orari di visita dei ricoverati limitandoci ad aggiornamenti telefonici.”

Conclude con delle raccomandazioni: “Il virus è molto labile nell’ambiente esterno, il cane o il gatto hanno una bassissima possibilità di veicolarlo in casa. Quindi è sufficiente evitare il contatto con altre persone e al rientro dalla passeggiata lavare le zampe con acqua e sapone neutro, mai con candeggina, e specifico per animali oppure con salviette a base di clorexidina e non è necessario l’aumento dei bagni rispetto al solito. Gli stessi accorgimenti valgono nel caso in cui gli animali frequentino le zone e le strade sanificate in questo periodo. Meglio evitare di farli camminare sulle zone appena pulite o ancora bagnate perché sappiamo che usano leccarsi le zampe e seppure la sanificazione viene fatta di solito con candeggina molto diluita meglio evitare. È sempre buona norma a prescindere da una pandemia virale, pulire le zampe degli animali al rientro a casa.”

Il Dipartimento aderisce poi alla campagna #noinonsiamocontagiosi lanciata dalla Croce Rossa Italiana (sezione di Roma Capitale) e dall’Ordine Medici Veterinari di Roma e provincia lanciando un’iniziativa per la quale ognuno potrà inviare in posta privata alla nostra pagina Facebook una foto insieme al proprio animale da compagnia scrivendo il nome del proprietario e dell’animale con hashtag #noinonsiamocontagiosi che verranno pubblicate sulla nostra pagina come campagna di sensibilizzazione sul nostro territorio.

 

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l’associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell’associazione è l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.

https://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/3007/nasce-la-pagina-facebook-legambiente-terracina-animal-help-che-aderisce-alla-campagna-nonsiamocontagiosi-della-cri-e-ordine-dei-veterinari?fbclid=IwAR3v8W0jpHCRr8rYA6mCCx1rEwk0s74Vr8xHhH8BPI_0mQlhVSfNiGEErA4

http://www.anxurtime.it/informazioni-su-coronavirus-e-animali-linizia-di-legambiente-animalhelp/

Nasce la pagina facebook Legambiente Terracina Animal Help

Latina Oggi

IMG45

LEGAMBIENTE TERRACINA, IN OCCASIONE DELLA FESTA INTERNAZIONALE DEL GATTO, ANNUNCIA LA NASCITA DEL NUOVO DIPARTIMENTO “TUTELA E BENESSERE ANIMALE”, TUTTO DEDICATO AGLI ANIMALI, CON L’OBIETTIVO DI SOSTENERE l’APPLICAZIONE DELLA LEGGE n. 281/199, della LEGGE n. 180/2004, della Legge Regionale 34/97 IN TUTTE LE SUE DECLINAZIONI SUL TERRITORIO, TUTELARE GLI ANIMALI DI AFFEZIONE, LA FAUNA SELVATICA, ESERCITARE ATTIVITA’ ANTIBRACCONAGGIO, E CONSOLIDARE I RAPPORTI CON GLI ENTI PUBBLICI, I CARABINIERI FORESTALI, LA POLIZIA MUNICIPALE E LA PROTEZIONE CIVILE. IN PRIMAVERA DIVENTERA’ PIENAMENTE OPERATIVO ANCHE IL RAGGRUPPAMENTO GUARDIE AMBIENTALI E ZOOFILE VOLONTARIE DI LEGAMBIENTE, RICONOSCIUTO DALLA PREFETTURA DI LATINA COME PRIMO NUCLEO PROVINCIALE DI LEGAMBIENTE.

Comunicato stampa n.171                        17 febbraio 2020

 Nasce oggi, in occasione della Festa internazionale del Gatto, il Dipartimento Tutela e Benessere Animale di Legambiente Terracina. Attraverso la creazione del Dipartimento, Legambiente Terracina vuole garantire la piena applicazione sul territorio comunale e provinciale della Legge n. 281/1991 “Legge – quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo” e s.m.i., della LEGGE n. 180/2004, della Legge Regionale 34/97 che promuove e disciplina la tutela degli animali, al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo ed animali. Consapevoli che il Canile Comunale di Terracina ha rappresentato sicuramente negli anni una buona pratica da portare all’ attenzione di Legambiente nazionale, vogliamo però vigilare sul reale funzionamento del nuovo canile sanitario, annunciato a novembre scorso, sulla fase delicata di passaggio con il nuovo bando di gara per il canile comunale e vogliamo spingere per la definizione di campagne di sterilizzazione e di informazione per contrastare il randagismo, soprattutto felino, presente in citta’ e vogliamo assicurarci che tutte le strutture dedicate al benessere e alla tutela, come i canili e i gattili, rispondano pienamente ai dettati delle norme. Inoltre vigileremo affinche’ ci sia un impegno sinergico tra Amministrazione, ASL e Volontari per le sterilizzazioni e per le adozioni.

 

Legambiente Terracina partecipa anche al Servizio di Vigilanza Ambientale e Zoofila nazionale di Legambiente, composto da tutti i Servizi in essere nelle diverse Regioni, Province, Comuni e Prefetture, con un proprio raggruppamento di Guardie Ambientali e Zoofile volontarie, riconosciute dalla Prefettura di Latina, e impegnate in monitoraggi, controlli, vigilanza, analisi e gestione di segnalazioni, certificando per le proprie Guardie, una adeguata formazione di competenze specialistiche in campo ambientale, zoofilo, e in futuro venatorio ed ittico. La provincia di Latina rappresenta inoltre uno dei sette black spot italiani per il tavolo nazionale antibracconaggio (CONPA e COLPA), attività condivisa da Legambiente con Lipu e Wwf e che prevede corsi di formazione specifici, che verranno svolti sotto il coordinamento nazionale del Settore Tutela e Benessere Animale di Antonino Morabito.

Inoltre vogliamo attivare anche a Terracina un ecosportelloanimali www.legambienteanimalhelp.it/ecosportelloanimali/  dedicato a “trovare” facilmente migliaia di contatti di Istituzioni (Regioni, Comuni e Servizi veterinari), Associazioni di medici veterinari, Centri per la cura degli animali, canili sanitari, canili rifugio, gattili, dando immediata risposta, con informazioni essenziali ed utili, alla domanda: “Cosa posso fare? Chi posso contattare?” del cittadino che incontra animali, domestici o selvatici, in difficoltà.

Uno degli obiettivi principali del costituendo Dipartimento presso il Circolo è quello di contribuire all’aggiornamento con notizie locali di “Legambiente Animal Helpwww.legambienteanimalhelp.it  sito web interamente dedicato a informazioni su animali selvatici, animali domestici cosiddetti d’affezione e animali domestici cosiddetti da reddito, aggiornamenti normativi, promozione di campagne a supporto di animali gestiti da Legambiente in custodia giudiziaria, adozioni e tutela di specie a rischio.

Inoltre, da quest’anno anche Terracina entrera’ nel Rapporto Annuale Legambiente “Animali in Città”, www.legambienteanimalhelp.it/animalincitta/, utile a leggere l’evoluzione su presenza, distribuzione e gestione degli animali domestici d’affezione e delle specie animali selvatiche sinantrope (gabbiano reale, cinghiale, ecc.) nei Comuni italiani e nei territori di competenza delle circa 60 Aziende sanitarie locali. Il Rapporto Annuale è realizzato insieme a FNOVI – Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani, ANMVI – Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, SIMeVeP – Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva, ENCI – Ente Nazionale per la Cinofilia Italiana, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Inoltre porteremo a Terracina, anche attraverso progetti scolastici, l’APP Gaia Observer, www.gaiaobserver.it, strumento moderno, semplice, gratuito, per soci e volontari di Legambiente che permette la condivisione contestuale di informazioni tra i vari livelli organizzativi associativi (nazionale, regionale e circoli) per valutare, in tempo reale, e condividere le scelte da compiere e che offre una serie di servizi, come quello di denunciare in tempo reale,  illeciti ambientali, svolgere in sicurezza servizi di vigilanza volontaria, sapere quali specie animali e vegetali protette si possono incontrare durante escursioni e attività all’aria aperta ed essere allertati appena si entra all’interno dei confini di un’area importante per la conservazione della natura (siti natura 2000, ZPS, ZSC, parchi, riserve, ecc. …). L’APP Gaia Observer, gratuita, è scaricabile, per smartphone e tablet Android o iOS, dal PlayStore di Android o dall’App Store di iOS.

Legambiente è tra i protagonisti della più grande coalizione europea di ONG mai riunitasi per mettere fine all’uso delle gabbie per l’allevamento degli animali cosiddetti “da reddito” in Europa, considerando che l’allevamento intensivo è tra le cause più importanti

dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento ambientale, dei rischi sanitari (ad es., antibiotico resistenza), dell’estinzione di specie animali minacciate e di veri e propri atti di crudeltà sugli animali. La campagna END THE CAGE AGE  https://legambiente.endthecageage.eu/, ha avuto l’obiettivo di raccogliere, nell’arco di un anno (da settembre 2018 a settembre 2019) le firme di oltre un milione di cittadini europei e a settembre 2019 sono state raccolte 1.5 milioni di firme. Attualmente si stanno pianificando una serie di azioni per mettere pressione sulla Commissione Europea affinché venga data risposta coerente ai milioni di cittadini che hanno firmato la petizione e verranno effettuate iniziative e campagne anche a Terracina.

Inoltre il nostro dipartimento, con una propria squadra denominata “Legambiente Animal Rescue” si caratterizzera’ in modo specifico per fornire supporto diretto ai Nuclei di Protezione Civile per interventi in emergenza a tutela degli animali. Legambiente, associazione iscritta nell’elenco nazionale delle organizzazioni di volontariato di protezione civile, ha infatti definito e condiviso con il Dipartimento di Protezione Civile e con i Medici veterinari della medicina pubblica la struttura base per la formazione specialistica per interventi in emergenza a tutela degli animali e sulla base di tale presupposti realizzerà i primi corsi su base regionale d’intesa con i rispettivi Dipartimenti regionali.

Mentre stiamo costituendo il Raggruppamento di Guardie Ambientali Zoofile Volontarie Legambiente, avendo ottenuto il Decreto Prefettizio di riconoscimento del Raggruppamento con le proprie divise e di nomina individuale come GPG, Raggruppamento che diventerà pienamente operativo sul territorio della Provincia di Latina già in primavera con un primo nucleo di Guardie che opereranno sul territorio provinciale in modo coordinato sia a livello regionale che con il Servizio di Vigilanza nazionale, abbiamo deciso di creare da subito un dipartimento dedicato alla tutela e benessere animale, in stretta collaborazione con la Direzione Nazionale di Legambiente, nella persona di A. Morabito, responsabile nazionale Tutela e Benessere Animale, in modo da collaborare con gli Enti Pubblici, I Parchi regionali e nazionali, i Comuni con i propri referenti comunali, le ASL, i Carabinieri Forestali, la Polizia Municipale, la Protezione Civile comunale, sia per la tutela e il benessere degli animali di affezione che per la fauna selvatica. Abbiamo iniziato quest’anno con un nostro particolare impegno nella questione dei daini nel Parco del Circeo, impegno che ha portato il Parco a riconoscersi in molte delle nostre istanze e a sospendere almeno negli intenti ad oggi il sanguinario Piano di Gestione, e proseguiremo sicuramente con altre iniziative, sul territorio provinciale e anche sul territorio comunale in modo da allineare Terracina alle migliori pratiche nazionali di tutela animale. Ci impegneremo affinche’ anche il Comune di Terracina sia presto dotato di un apposito Regolamento Comunale per la Tutela e il Benessere degli Animali e di uno sportello utile per tutti gli animalisti in citta’. La referente del Dipartimento è Elisa Columbano, nostra socia volontaria animalista e responsabile di Colonie Feline e aspirante Guardia Ambientale Zoofila Volontaria Legambiente.” dichiara Anna Giannetti, Presidente Circolo Legambiente Terracina e Dirigente Provinciale Guardie Ambientali Zoofile Volontarie Legambiente Latina.

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l’associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell’associazione è l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.

 

https://www.ilfaroonline.it/2020/02/18/terracina-nasce-il-dipartimento-tutela-e-benessere-degli-animali-di-legambiente/319970/?fbclid=IwAR1H1tPmHdqNzjAknZuOXd2MHi7eQ71Cy8Si-gY5wu5jaG2imA2rT-QSpyY

https://www.agoraregionelazio.com/terracina-legambiente-la-festa-del-gatto-e-il-dipartimento-tutela-e-benessere-animale/?fbclid=IwAR3t0DJZ2EZ2hwhwd5Sx_sEfdXQ4uawknoOGNNSJRhO-YBNLihbm3_LdlI8

http://www.anxurtime.it/nasce-il-dipartimento-tutela-e-benessere-animale-di-legambiente-terracina/?fbclid=IwAR3kHLHXJiV4fPdn4nvYAsIyjDLjDHqCXiBgW7ZCeOiwegn-6yM9A1CwE0A

http://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/2927/il-circolo-legambiente-per-la-festa-internazionale-del-gatto-annuncia-la-nascita-del-dipartimento-tutela-e-benessere-animale