#pasquetta con il parco degli Ausoni a Camposoriano

ultima locandina pasquetta nel parcoUna interessante Pasquetta a Camposoriano, organizzata dal Parco Regionale degli Ausoni con il contributo del Comitato Cittadino Camposoriano e con la visita guidata, svolta in collaborazione con Agenda21 di Terracina, dedicata all’altopiano carsico tra i più importanti della zona Mediterranea e rilevantissimo bacino di ricarica delle sorgenti di acqua potabile che alimentano la nostra città. La visita guidata organizzata dal Circolo Legambiente e da Agenda 21 Locale, che ha visto la partecipazione, nonostante il maltempo, di decine di persone e bambini provenienti, oltre che da Terracina, da tutta la provincia (Aprilia, Pontinia, Latina, Fondi) grazie anche alla diffusione della notizia sui giornali della provincia come Il Messaggero e LatinaOggi, ha avuto inizio presso la Rava di San Domenico con una introduzione a cura di Anna Giannetti, presidente del Circolo, che ha ricordato gli eventi principali e le leggi regionali che si sono succedute e che hanno permesso la protezione e la salvaguardia della zona e finalmente dal 2008  con Legge regionale n. 21 l’integrazione definitiva della zona nel Parco Regionale degli Ausoni. Il gruppo si è poi spostato verso il primo cartello di spiegazione proprio all’ingresso del Parco a Camposoriano,  con una successiva spiegazione di Gabriele Subiaco, vicepresidente del Circolo e Coordinatore del tavolo tematico Ambiente della Agenda21 locale, centrata sui temi della Giornata dell’Acqua del 22 marzo scorso e della rilevanza geomorfologica del campo carsico di Camposoriano che ne fanno un geosito tra i più importanti della nostra regione per la grandezza e la preziosità delle grotte sotterranee che lo caratterizzano e  la ricchezza delle acque che alimentano le numerose sorgenti ai piedi della pianura pontina (Ponticelli, Feronia, Le Mole). La visita è poi proseguita con un approfondimento, a cura di Carmine di Capua, fondatore della Associazione Cultura e Territorio che tanto si è prodigata dagli anni 70 per il salvataggio di Camposoriano, e attuale Coordinatore del tavolo tematico Gestione del Territorio della Agenda21 locale, sulle principali emergenze carsiche presenti a Camposoriano, come ad esempio gli inghiottitoi e le doline. Purtroppo, nonostante Camposoriano sia una area protetta ormai dal lontano 1985 (Legge regionale n. 56), la pressione antropica sul territorio ha fatto si’ che, negli anni, alcuni inghiottitoi siano stati manomessi anche se ne restano ancora alcuni, ricchi di folta e spontanea vegetazione, che sono stati mantenuti e ben visibili anche se però privi di specifica segnaletica. Anche per quanto riguarda le doline, altre rilevanti emergenze carsiche, alcune di esse sono andate ormai irrimediabilmente perdute, mentre ne resta una circolare molto ampia e visibile all’interno del vigneto che però risulta piena di sfalci di potature e mancante di segnaletica sul percorso circolare, anche se il percorso è ancora possibile nonostante alcuni impedimenti come un fosso e i residui delle potature (che andrebbero rimosse). La visita è poi proseguita alla cava, che pur essendo parte dell’area protetta è per ora chiusa e non accessibile per ragioni di sicurezza anche se – grazie al Comitato Cittadino di Camposoriano che ci ha dato il permesso e ci ha aperto il cancello-  da noi visitabile per l’occasione, il cui sito ricorda ancora purtroppo la vicenda della ditta estrattrice STEMAR, che, anche grazie all’azione della popolazione e delle associazioni come Cultura e Territorio, ha poi portato alla terminazione delle attività estrattive e alla svolta decisiva della Legge regionale n. 56 del 27 aprile 1985 che classificava finalmente Camposoriano come Monumento Regionale. La cava è ancora in uno stato integro e sono visibili i massi estratti e lavorati con scanalature e fino a poco tempo fa con la presenza di gru, e soprattutto è visibile la piattaforma carbonatica con le fenditure rocciose che creano una specie di piccolo canyon. La visita guidata è continuata, dopo un piacevole incontro con docili asinelli che hanno incantato adulti e bambini, con la spiegazione dell’Acquaro, ovvero una rara e insolita pozza d’acqua, tenendo conto che nelle zone carsiche l’acqua raramente viene trattenuta in superficie per l’effetto stesso del carsismo, acquaro che veniva utilizzato anche come abbeveratoio, come mostrano alcuni segni come quello di mattoni accostati, ricca e brulicante di vita anfibia come rane e tritoni. Si sono poi approfonditi anche i licheni presenti sui corpi rocciosi (hum) e la loro importanza come “sensori” di una buona aria! L’area dell’Acquaro è stata trovata priva di cartello illustrativo (che sembra stato tolto dal piedistallo) ma ancora integra come un tempo. Dall’acquaro si è poi tornati, per concludere la visita, verso la Rava di San Domenico, emergenza carsica tra le più rilevanti e simbolo dell’intera area, la quale è stata trovata pero’ anche con dei segni di fuoco ormai spento all’interno che andrebbe rimosso. In conclusione la visita ci ha permesso di constatare lo stato dei luoghi e ci ha convinto sempre più ad impegnarci sul nostro territorio per tutelare e valorizzare sempre di più e meglio la zona. Abbiamo poi concluso la visita con una bella foto di gruppo davanti alla Rava, dandoci appuntamento per nuove visite!

Al link seguente si trovano alcune foto:

https://www.facebook.com/events/982398241846067/permalink/986450161440875/

#giovedì 31 marzo costituzione del comitato terracinese per il SI’ nel referendum del 17 aprile

via Giovedì 31 marzo costituzione del comitato terracinese per il SI’ nel referendum del 17 aprile – WWF Litorale Laziale

Il Circolo Legambiente di Terracina aderisce all’appello del WWF Litorale laziale-Gruppo Litorale pontino per la costituzione del comitato.

Cittadini e associazioni sono invitati all’incontro di giovedì 31 marzo alle ore 19 nella sede di Rete Solidale.

Hanno già formalmente aderito Terracina Social Forum, Slow Food-Condotta di Terracina.

#comunicatostampa3 Incontro Cittadino Venerdì 1 aprile presso la Villa Comunale -ex Tomassini su Transizione Energetica e Referendum

22 definitiva 22 marzo jpgIl Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” aderisce ufficialmente al Comitato Referendario “Ferma le trivelle”, ha partecipato al flashmob di apertura del 18 marzo a Roma ed è attivo a livello nazionale con una propria campagna sui social denominata #terracinasolocosebelle #stoptrivelle per presentare le bellezze del mare e della costa di Terracina in contrasto con il #marenero delle trivelle. Il 17 aprile 2016 saremo infatti chiamati a votare per abrogare la norma che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas e che insistono nelle zone di mare vicine alla costa di non avere più scadenza. Votare SI e quindi contro le trivelle in mare, non significa eliminare posti di lavoro ma anzi affermare un nuovo modello economico (green economy) e nuovi posti di lavoro (green jobs) riducendo i problemi legati alla disoccupazione crescente e migliorando la formazione tecnica delle nuove generazioni. Anche per chiarire le istanze contenute nel quesito referendario, il Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano” organizza per Venerdì 1° Aprile alle ore 15.00 presso la Villa Comunale – ex Tomassini a Terracina un incontro cittadino aperto a tutti a cui parteciperà Katiuscia Eroe, Responsabile dell’ufficio Energia di Legambiente Nazionale e referente Energia per la Campagna Referendaria, autrice di un importante articolo rilanciato da molti media nazionali http://lanuovaecologia.it/tutta-la-verita-le-trivelle/ la quale affronterà l’ importante tema della transizione energetica in grado di contenere l’innalzamento della temperatura entro i 2 gradi al 2050 e di garantire quindi una vita possibile sul nostro pianeta alle future generazioni e soprattutto fornirà informazioni utili per il referendum del 17 Aprile, che sarà comunque una grande occasione per esprimere con forza la volontà di attuare un nuovo modello energetico basato sullo sviluppo delle fonti rinnovabili e sull’efficienza energetica, annullando totalmente l’utilizzo delle fonti fossili e bloccando i sussidi che ancora oggi vengono dati copiosamente per sovvenzionarle. Legambiente spinge da tempo in questa direzione: già oggi in Italia le fonti rinnovabili garantiscono oltre il 40% dei consumi elettrici e il 17% dei consumi finali, ma si deve spingere verso un modello energetico distribuito, costruito sull’efficienza energetica, il risparmio, l’autoproduzione e lo scambio di energia e i territori e i cittadini possono e devono fare la differenza. L’incontro, corredato da un breve video tratto dal progetto “ItalianOffshore”, sarà quindi un’occasione, non solo per discutere e confrontarsi su questi temi, assolutamente prioritari per il nostro futuro, ma per comprendere gli impatti e le azioni che possiamo mettere in campo localmente sia a livello di Amministrazione che a livello dei Cittadini per dare vita a questo nuovo modello.

Locandina finale EVENTO 1 aprile 2016

11 definitiva 22 marzo jpg

#terracinasolocosebelle #stoptrivelle

Il Circolo Legambiente di Terracina ha lanciato una campagna su twitter denominata #terracinasolocosebelle #stoptrivelle per sensibilizzare tutta la cittadinanza di Terracina e i turisti e i viaggiatori che la amano sul tema del referendum del 17 aprile e sulla necessità di impedire la prosecuzione delle concessioni per le trivellazioni a maree la necessità di rivedere completamente tutto. La meravigliosa e lunghissima spiaggia, che attrae ogni anno visitatori da ogni parte dell’Italia e del mondo, si snoda per alcuni chilometri a nord fino al promontorio di San Felice Circeo, dove si trova l’omonimo parco, e a sud fino a Fondi.

 

2 (2) definitiva 22 marzo jpg

#comunicatostampa n.2 Pasquetta nel Parco

ultima locandina pasquetta nel parcoIL CIRCOLO LEGAMBIENTE TERRACINA “PISCO MONTANO” INSIEME CON IL FORUM LOCALE AGENDA21 DI TERRACINA PARTECIPANO A “PASQUETTA NEL PARCO” CON UNA VISITA GUIDATA PRESSO CAMPOSORIANO PER CONTINUARE A FESTEGGIARE INSIEME LA GIORNATA DELL’ACQUA

Il Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano” e il Forum locale Agenda21 di Terracina organizzano per lunedì prossimo 28 marzo, all’interno della rassegna “Pasquetta nel Parco”, organizzata dal Parco Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi con il supporto del Comitato Cittadino Camposoriano, una visita guidata di due ore presso la zona di Camposoriano, un altopiano carsico tra i più significativi dell’intero bacino del Mediterraneo che si estende per ben 974 ettari, e prezioso Monumento Naturale Regionale presente nella città. La visita si svolgerà alle ore 11 con partenza dalla famosa Rava di San Domenico. La visita sarà dedicata interamente alla Giornata dell’ Acqua del 22 marzo (World Water Day), istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e prevista all’interno delle direttive dell’Agenda 21 e alla enorme rilevanza del bacino idrico di ricarica di Camposoriano per la città di Terracina. Inoltre verrà illustrato il contesto storico-archeologico-industriale (cava e insediamenti commerciali) e il “circuito carsico” della valle con un percorso geologico e naturalistico che ne illustra la geodiversità e la biodiversità. Il neonato Circolo Legambiente di Terracina ha nella propria missione costitutiva quella di integrare il territorio di Terracina sempre di più e meglio nel contesto del Parco Regionale degli Ausoni e Lago di Fondi e vuole contribuire a far conoscere alla cittadinanza di Terracina tutte le preziose zone protette speciali, i siti di importanza comunitaria e tutte le aree protette del Parco e i propri Monumenti Naturali attraverso percorsi escursionistici e didattici e attribuisce quindi un notevole importanza a questa prima azione pubblica del Circolo. Inoltre il circolo appena costituito si è subito riconosciuto nelle azioni del Forum Agenda21 locale esprimendo già un proprio rappresentante come coordinatore del tavolo tematico “Ambiente e Biodiversità.” “Agenda21 è un fondamentale percorso partecipato in cui i cittadini di Terracina possono indicare le priorità e le modalità di azione affinchè gli interventi dell’Amministrazione comunale seguano i principi della sostenibilità”. “La capacità dei nostri ecosistemi – affermano in coro tutti i fondatori e soci del Circolo Legambiente di Terracina, molti di loro già membri del Forum Agenda21 locale, –è una capacità limitata che deve essere conservata e recuperata quando è già stata compromessa, per questo bisogna investire nella tutela, conservazione e ripristino del capitale naturale, come quello idrico, un bene che contraddistingue le nostre bellissime zone.” Il Circolo Legambiente Terracina sarà a fianco del Forum Agenda21 di Terracina e lo supporterà in tutte le azioni finalizzate a rendere la città di Terracina un esempio di sostenibilità.

“VOTA SI’ PER FERMARE LE TRIVELLE”

Flyer_Ref_TrivelleIl 17 aprile 2016 il popolo italiano sarà chiamato a votare per il Referendum contro le Trivelle in mare. L’invito è di votare SI’ per abrogare la norma introdotta dall’ultima Legge di Stabilità che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas che insistono nella zona di mare vicina alla costa di non avere più scadenza. Con la Legge di Stabilità 2016, infatti, le licenze già in essere entro le 12 miglia dalla costa sono diventate “sine die”.
Le trivelle sono il simbolo tecnologico del PETROLIO: vecchia energia fossile causa di inquinamento, dipendenza economica, conflitti, protagonismo delle grandi lobby. La vera posta in gioco di questo Referendum è quella di far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese, in ogni settore economico e sociale per un’economia più giusta, rinnovabile e decarbonizzata. Non dobbiamo continuare a difendere le grandi lobby petrolifere e del fossile, ma affermare la volontà dei cittadini, che vorrebbero meno inquinamento, e delle migliaia di imprese che stanno investendo sulla sostenibilità ambientale e sociale. Per pochi barili di petrolio non vale certo la pena mettere a rischio il nostro ambiente marino e terrestre ed economie importanti come la pesca e il turismo, vere ricchezze del nostro Paese. Intanto, mancano strategia e scelte concrete per realizzare gli obiettivi di riduzione delle emissioni fissati dalla COP21 nel vertice di Parigi per combattere i cambiamenti climatici, in cui si è sancita la volontà di limitare l’aumento del riscaldamento globale a 1,5°C.
Quindi il vero quesito è: Vuoi che l’Italia investa sull’efficienza energetica, sul 100% fonti rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione?
Al Referendum del 17 Aprile inviteremo i cittadini a votare SI’, perché vogliamo che il nostro Paese prenda con decisione la strada che ci porterà fuori dalle vecchie fonti fossili, innovi il nostro sistema produttivo, combatta con coerenza l’inquinamento e la febbre del Pianeta.
Il Governo, rimanendo sordo agli appelli per l’Election Day che avrebbe permesso l’accorpamento del Referendum con le elezioni amministrative, ha deciso di sprecare soldi pubblici per 360 milioni di euro per anticipare al massimo la data del voto, puntando così sul fallimento della partecipazione degli elettori al Referendum.
Il Governo sta scommettendo sul silenzio del popolo italiano! Noi scommettiamo su tutti i cittadini che vorranno far sentire la loro voce e si mobiliteranno per il voto.
Per essere più efficaci, abbiamo costituito il Comitato nazionale “Vota SI’ per fermare le trivelle” per unire le forze di tutte le organizzazioni sociali e produttive affinché la Campagna referendaria diventi l’occasione per mettere al centro del dibattito pubblico le scelte energetiche strategiche che dovrà fare il nostro Paese, per un’economia più giusta e innovativa. Ci impegniamo ognuno nel proprio ambito e insieme per invitare gli italiani a recarsi al voto e votare SI’.
Il Comitato nazionale promuoverà comitati territoriali per moltiplicare la mobilitazione e diffondere capillarmente l’informazione in tutti i territori e metterà a disposizione strumenti comuni di comunicazione, di approfondimento e di mobilitazione. Inoltre, si coordinerà con i Comitati delle Regioni proponenti il Referendum.
Invitiamo tutti e tutte: organizzazioni sociali, istituzioni territoriali, imprese che investono sulla sostenibilità, singoli cittadini/e, giovani e anziani a mobilitarsi con entusiasmo e creatività per far vincere il SI’

PRIMI FIRMATARI
Adusbef, Aiab, Alce Nero, Alleanza Cooperative della Pesca, Arci, Arci Caccia, Aref International, ASud, Associazione Borghi Autentici d’Italia, Associazione Comuni Virtuosi, Associazione nazionale Giuristi Democratici, Associazione della Decrescita nazionale, Club Amici dei Borghi Autentici, Coalizione Mantovana per il clima, Coordinamento nazionale NO TRIV, Confederazione Italiana Agricoltori, Cospe, Energoclub, Fairwatch, Fare Verde, Federazione Italiana Media Ambientali, Federconsumatori, Fiom-Cgil, Focsiv – Volontari nel mondo, Fondazione Slow Food per la Biodiversità, Fondazione UniVerde, Giornalisti Nell’Erba, Green Cross, GreenBiz.it, GreenMe.it, Greenpeace, Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati, Kyoto Club, Innovatori Europei, Italia Nostra, La Nuova Ecologia, Lav, Leaf, Legambiente, Libera, Liberacittadinanza, Link Coordinamento Universitario, Lipu, Lunaria, Marevivo, MEPI–Movimento Civico, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento per la decrescita felice, Pro-Natura, QualEnergia, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, RSU Almaviva, Salviamo il Paesaggio, Sapienza In Movimento, Sì Rinnovabili No nucleare, Slow Food Italia, Soc. Coop. E’ Nostra, Soc. Coop. Retenergie, TerrediLago, Touring Club Italiano, Unione degli Studenti, UISP, Unione degli Universitari, Unione Produttori Biologici e Biodinamici, WWF, Zeroviolenza

Il 17 aprile 2016 il popolo italiano sarà chiamato a votare per il Referendum contro le Trivelle in mare. L’invito è di votare SI’ per abrogare la norma introdotta dall’ultima Legge di Stabilità che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas che insistono nella zona di mare vicina alla costa di non avere più scadenza. Con la Legge di Stabilità 2016, infatti, le licenze già in essere entro le 12 miglia dalla costa sono diventate “sine die”.
Le trivelle sono il simbolo tecnologico del PETROLIO: vecchia energia fossile causa di inquinamento, dipendenza economica, conflitti, protagonismo delle grandi lobby. La vera posta in gioco di questo Referendum è quella di far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese, in ogni settore economico e sociale per un’economia più giusta, rinnovabile e decarbonizzata. Non dobbiamo continuare a difendere le grandi lobby petrolifere e del fossile, ma affermare la volontà dei cittadini, che vorrebbero meno inquinamento, e delle migliaia di imprese che stanno investendo sulla sostenibilità ambientale e sociale. Per pochi barili di petrolio non vale certo la pena mettere a rischio il nostro ambiente marino e terrestre ed economie importanti come la pesca e il turismo, vere ricchezze del nostro Paese. Intanto, mancano strategia e scelte concrete per realizzare gli obiettivi di riduzione delle emissioni fissati dalla COP21 nel vertice di Parigi per combattere i cambiamenti climatici, in cui si è sancita la volontà di limitare l’aumento del riscaldamento globale a 1,5°C.
Quindi il vero quesito è: Vuoi che l’Italia investa sull’efficienza energetica, sul 100% fonti rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione?
Al Referendum del 17 Aprile inviteremo i cittadini a votare SI’, perché vogliamo che il nostro Paese prenda con decisione la strada che ci porterà fuori dalle vecchie fonti fossili, innovi il nostro sistema produttivo, combatta con coerenza l’inquinamento e la febbre del Pianeta.
Il Governo, rimanendo sordo agli appelli per l’Election Day che avrebbe permesso l’accorpamento del Referendum con le elezioni amministrative, ha deciso di sprecare soldi pubblici per 360 milioni di euro per anticipare al massimo la data del voto, puntando così sul fallimento della partecipazione degli elettori al Referendum.
Il Governo sta scommettendo sul silenzio del popolo italiano! Noi scommettiamo su tutti i cittadini che vorranno far sentire la loro voce e si mobiliteranno per il voto.
Per essere più efficaci, abbiamo costituito il Comitato nazionale “Vota SI’ per fermare le trivelle” per unire le forze di tutte le organizzazioni sociali e produttive affinché la Campagna referendaria diventi l’occasione per mettere al centro del dibattito pubblico le scelte energetiche strategiche che dovrà fare il nostro Paese, per un’economia più giusta e innovativa. Ci impegniamo ognuno nel proprio ambito e insieme per invitare gli italiani a recarsi al voto e votare SI’.
Il Comitato nazionale promuoverà comitati territoriali per moltiplicare la mobilitazione e diffondere capillarmente l’informazione in tutti i territori e metterà a disposizione strumenti comuni di comunicazione, di approfondimento e di mobilitazione. Inoltre, si coordinerà con i Comitati delle Regioni proponenti il Referendum.
Invitiamo tutti e tutte: organizzazioni sociali, istituzioni territoriali, imprese che investono sulla sostenibilità, singoli cittadini/e, giovani e anziani a mobilitarsi con entusiasmo e creatività per far vincere il SI’

PRIMI FIRMATARI
Adusbef, Aiab, Alce Nero, Alleanza Cooperative della Pesca, Arci, Arci Caccia, Aref International, ASud, Associazione Borghi Autentici d’Italia, Associazione Comuni Virtuosi, Associazione nazionale Giuristi Democratici, Associazione della Decrescita nazionale, Club Amici dei Borghi Autentici, Coalizione Mantovana per il clima, Coordinamento nazionale NO TRIV, Confederazione Italiana Agricoltori, Cospe, Energoclub, Fairwatch, Fare Verde, Federazione Italiana Media Ambientali, Federconsumatori, Fiom-Cgil, Focsiv – Volontari nel mondo, Fondazione Slow Food per la Biodiversità, Fondazione UniVerde, Giornalisti Nell’Erba, Green Cross, GreenBiz.it, GreenMe.it, Greenpeace, Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati, Kyoto Club, Innovatori Europei, Italia Nostra, La Nuova Ecologia, Lav, Leaf, Legambiente, Libera, Liberacittadinanza, Link Coordinamento Universitario, Lipu, Lunaria, Marevivo, MEPI–Movimento Civico, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento per la decrescita felice, Pro-Natura, QualEnergia, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, RSU Almaviva, Salviamo il Paesaggio, Sapienza In Movimento, Sì Rinnovabili No nucleare, Slow Food Italia, Soc. Coop. E’ Nostra, Soc. Coop. Retenergie, TerrediLago, Touring Club Italiano, Unione degli Studenti, UISP, Unione degli Universitari, Unione Produttori Biologici e Biodinamici, WWF, Zeroviolenza

#diconodinoi

 

http://www.oranet.it/21911-Terracina-ritorno-alle-origini.html

 

ARTICOLO IL MESSAGGERO DI LATINA

ARTICOLO LATINA OGGI 5

ARTICOLO LATINA OGGI

ARTICOLO QUOTIDIANO DI LATINA 1

http://www.oranet.it/21804-terracina-dismesso-il-depuratore-di-le-cave.html

http://www.visitterracina.com/terme-terracina/

http://ilmessaggero.it/latina/latina_terracina_slow_food_tradizioni_recupero_acqua_magnese-1238900.html

Da Terracina, l’invito a tornare a vivere l’Acqua Magnesiaca (della Magnese).

http://www.latinaditutti.it/comitato-pisco-montano-terracina/

http://paologiannetti.blog.tiscali.it/2015/12/05/oggi-la-conferenza-stampa-del-comitato-pisco-montano/?doing_wp_cron

http://www.ilmessaggero.it/latina/terracina_comitato_riviera_riqualificazione-1346706.html

https://terracinasocialforum.wordpress.com/2016/02/23/nasce-il-primo-circolo-legambiente-di-terracina-si-chiama-pisco-montano/

12781977_10208990475789138_2059967830_n (1)

http://www.radioluna.it/news/2015/09/a-terracina-puliamo-il-mondo-di-legambiente/

http://www.h24notizie.com/2015/06/da-legambiente-e-touring-club-italiano-a-terracina/

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/13272/Nasce-il-primo-circolo-Legambiente-di-Terracina–si-chiama–Pisco-Montano-.html

12833365_10209078075499076_136912618_n

http://www.studio93.it/news/nasce-anche-a-terracina-un-circolo-di-legambiente

http://www.latinatoday.it/green/life/puliamo-il-mondo-legambiente-scogliera-levante-terracina.html

Festa dell’Albero 2015, 400 le iniziative organizzate in tutta Italia da Legambiente

http://www.h24notizie.com/2015/09/terracina-puliamo-il-mondo-2015-lintervento-alla-sorgente-di-acqua-magnesia/

http://www.oranet.it/22292-terracina-puliamo-il-mondo-a-terracina.html

 

Articolo LATINA OGGI  3ARTICOLO LATINA OGGI 4http://www.gazzettinodelgolfo.it/festa-dellalbero-2015-le-iniziative-in-provincia-di-latina/

http://www.ilmessaggero.it/latina/anche_terracina_aderisce_39_iniziativa_puliamo_mondo-1262362.html

http://www.radioluna.it/news/2015/09/a-terracina-puliamo-il-mondo-di-legambiente/

http://www.legambiente.it/contenuti/comunicati/il-20-21-e-22-novembre-torna-la-festa-dell-albero-0

http://www.latinatoday.it/green/life/festa-albero-rimboschimento-giardini-levante-terracina.html

http://247.libero.it/rfocus/24545553/1/festa-dell-albero-rimboschimento-dei-giardini-di-levante-a-terracina/

Guida Blu 2015. Legambiente “Investire su turismo sostenibile per rilanciare il mare e i laghi del Lazio”

 

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/13272/Nasce-il-primo-circolo-Legambiente-di-Terracina–si-chiama–Pisco-Montano-.html

http://www.studio93.it/news/nasce-anche-a-terracina-un-circolo-di-legambiente

http://www.latinacorriere.it/2016/03/23/terracina-pasquetta-speciale-camposoriano-legambiente/

ultima locandina pasquetta nel parco

Pasquetta nel Parco con Legambiente

http://www.studio93.it/news/print_article.php?news=85259&category=3

http://www.latinatoday.it/eventi/pasquetta-nel-parco.html

http://247.libero.it/rfocus/25620150/1/pasquetta-nel-parco-legambiente-organizza-un-escursione-a-camposoriano/

12968523_10209434190441727_1586862190_n

http://www.latinacorriere.it/2016/04/05/legambiente-circolo-terracina-pisco-montano-lancia-la-proposta-citta-energicamente-sostenibile/

http://www.latinacorriere.it/2016/03/25/terracina-ferma-le-trivelle-incontro-pubblico-1-aprile-legambiente/

foto latina oggi evento 1 aprile

A Terracina costituito il Comitato “Vota si’ Ferma le Trivelle”

http://www.ilmessaggero.it/latina/referendum_contro_le_trivelle_a_terracina_e_nato_il_comitato_del_si-1641204.html

https://terracinasocialforum.wordpress.com/2016/03/27/terracina-ferma-le-trivelle-incontro-pubblico-il-1-aprile-con-legambiente/

Fondi. “Vota Sì per fermare le trivelle.”

Adesioni

http://www.latinacorriere.it/2016/04/18/allevamento-cozze-terracina-le-contraddizioni-della-regione-la-denuncia-legambiente/

Mitilicoltura, anche Legambiente dice “no”

latina oggi allevamento cozze

quotidiano di latina allevamento cozze

 

 

il caffe' ricorso al tar legambientelazio

http://247.libero.it/rfocus/25937807/1/tutela-del-mare-il-circolo-legambiente-di-terracina-partecipa-alla-campagna-beach-litter-2016/

 

beachlitter giornale di latina

Legambiente, anche a Terracina il “Beach Litter”

http://www.ilmessaggero.it/latina/tutela_del_mare_il_circolo_legambiente_di_terracina_partecipa_alla_campagna_beach_litter_2016-1701609.html

http://www.h24notizie.com/2016/05/beach-litter-legambiente-terracina-aderisce-al-progetto-contro-i-rifiuti-in-spiaggia/

http://www.latinatoday.it/cronaca/rifiuti-spiaggia-beach-litter-2016-legambiente-terracina.html

Legambiente, anche a Terracina il “Beach Litter”

Chiusura di “Beach Litter” e “Spiagge Pulite”

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/18206/500-rifiuti-sulla-spiaggia-di-Levante–l-indagine-di-Legambiente.html

http://www.latinacorriere.it/2016/05/04/beach-litter-2016-terracina-catalogati-500-rifiuti-prossimo-appuntamento-fine-maggio/

Legambiente, il report del “Beach Litter”

 

http://www.latinacorriere.it/2016/05/12/terracina-spiegamento-forze-le-cozze-anche-legambiente-scende-campo-unazione-legale

http://www.h24notizie.com/2016/05/allevamento-di-cozze-a-terracina-legambiente-ora-il-ricorso-al-tar/

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/18880/Azione-legale-contro-l-impianto-di-mitilicoltura–il-supporto-di-Legambiente.html

http://www.ilcaffe.tv/articolo/24062/allevamento-di-mitili-a-largo-di-terracina-anche-legambiente-presenta-ricorso

http://www.latinacorriere.it/2016/05/12/terracina-appiaday-stopttip-italia-limpegno-legambiente-le-prossime-iniziative/

http://www.latina24ore.it/latina/122955/legambiente-annuncia-azioni-legali-contro-limpianto-di-mitilicoltura-a-terracina/

http://www.ilcaffe.tv/articolo/24062/allevamento-di-mitili-a-largo-di-terracina-anche-legambiente-presenta-ricorso

http://www.ilfaroonline.it/2016/05/12/terracina/il-circolo-legambiente-pisco-montano-contro-limpianto-di-mitilicoltura-65287.html

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=17&id=00972448&part=doc_dc-allegatob_ab-sezionetit_icrdrs-atto_405738&parse=no&stampa=si&toc=no

Terracina, Legambiente: no all’impianto di mitilicoltura

http://www.h24notizie.com/2016/05/spiagge-e-fondali-puliti-legambiente-a-difesa-di-terracina/

http://www.latinacorriere.it/2016/05/25/terracina-circolo-legambiente-promuove-la-campagna-nazionale-spiagge-fondali-puliti-clean-the-med/

Legambiente, anche a Terracina il “Beach Litter”

http://247.libero.it/rfocus/25976972/1/beach-litter-2016-legambiente-terracina-raccolti-500-rifiuti-sulla-spiaggia-di-levante/

http://www.ilmessaggero.it/latina/tutela_del_mare_il_circolo_legambiente_di_terracina_partecipa_alla_campagna_beach_litter_2016-1701609.html

http://www.radioluna.it/news/2016/05/beach-litter-la-spiaggia-di-levante-di-terracina-nel-monitoraggio-di-legambiente/

http://ciociariareport24.it/2016/05/26/beach-letter-legambiente-monitora-le-spiagge-italiane/

IL CIRCOLO LEGAMBIENTE DI TERRACINA PORTA LA CAMPAGNA NAZIONALE SPIAGGE E FONDALI PULITI

TERRACINA – “Spiagge e Fondali Puliti”, questa domenica scende in campo Legambiente.

http://www.h24notizie.com/2016/05/cinquecento-rifiiuti-ogni-100-metri-di-spiaggia-terracina-sotto-la-media-nazionale/

http://molisedoc.com/2016/05/spiagge-e-fondali-puliti-parte-clean-up-the-med-di/

http://www.oranet.it/26485-terracina-pulizia-spiagge-e-fondali-marini.html

http://www.informazione.it/a/D4D8958A-D4E0-4243-984B-38DE79B1EA5F/Spiagge-e-Fondali-Puliti-volontari-a-lavoro-sul-litorale-di-Terracina-Latina-Sabaudia

Beach Litter 2016 con Legambiente

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/19881/Pulizie-straordinarie-in-spiaggia–ci-pensa-Legambiente.html

http://www.terracinanotizie.net/notizie/comunicati-stampa/28/chiusa-la-campagna-spiagge-e-fondali-puliti-e-beach-litter-per-il-2016-il-bilancio-del-circolo-legambiente-pisco-montano

 

 

 

Le priorità del Circolo Legambiente Terracina

Latina Oggi Legambiente e Priorità

Il giornale di latina Legambiente e Priorità

Sbancamento a Levante

 

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/21054/Anche-quest-anno-Terracina-riceve-due-Vele-Legambiente-TouringClub.html

Legambiente, due Vele per Terracina

http://www.latinacorriere.it/2016/06/11/terracina-secondo-anno-consecutivo-assegnate-due-vele-legambiente-touring-club/

http://www.ilquotidianodellazio.it/articoli/20374/guida-blu-2016-premiate-7-localita-pontine?edizione=latina

http://www.comune.terracina.lt.it/comunicati/comunicati_action.php?ACTION=due&cod_archivio=4645&titolo=Legambiente&autore=0&data1=&data2=&categoria=0&STRUTTURA=0&SOTTOSTRUTTURA=&ORDINE=&cont=&RICERCA=1

http://terracina.virgilio.it/eventi/goletta-verde-a-terracina_987381_102

http://www.newtuscia.it/interna.asp?idPag=91802

http://www.terracinanotizie.net/notizie/attualita/100/goletta-verde-a-terracina-il-bilancio-di-un-successo

http://www.latinacorriere.it/2016/06/28/goletta-verde-boccia-mare-laziale-cariche-batteriche-elevate-oltre-meta-dei-campionamenti/

http://www.ilcaffe.tv/articolo/25448/goletta-verde-di-legambiente-arriva-a-terracina-contro-inquinamento

http://www.pureplus.it/goletta-verde-di-legambiente-arriva-a-terracina-contro-inquinamento/

http://www.latinatoday.it/cronaca/goletta-verde-legambiente-terracina-27-28-giugno-2016.html

Goletta Verde di Legambiente: nel Lazio oltre metà dei campionamenti è ‘fuorilegge’. Ecco tutti i punti

http://www.affaritaliani.it/roma/goletta-verde-fa-rotta-verso-ostia-inquinamento-abusivismo-mare-ko-428995.html

http://www.informazione.it/n/2AD1BE83-8BF1-4ECB-B3DA-CB5152628055/Goletta-Verde-la-storica-imbarcazione-di-Legambiente-fa-tappa-a-Terracina

http://www.latinacorriere.it/2016/06/24/goletta-verde-arriva-nel-lazio-gli-appuntamenti-legambiente-linquinamento-delle-acque/

Goletta Verde presenta i dati del monitoraggio delle acque nel Lazio

http://www.anxurtime.it/goletta-verde-encomio-terracina/

http://www.latinaoggi.eu/news/terracina/21492/Goletta-Verde-fa-tappa-sulla-riviera-di-Levante.html

http://www.gazzettinodelgolfo.it/la-goletta-verde-a-terracina-passi-in-avanti-per-ambiente-turismo-ed-enogastronomia/#.V4JQORWLTIU

 

 

 

 

 

 

 

 

goletta verde a terracina 26 giugno latina oggi 2

 

goletta a terracina latina oggi 26 giugno

27 giugno messaggero goletta verde

29 giugno Giornale di Latina Dati Goletta

29 giugno Messaggero Dati Goletta

Latina Oggi 29 giugno dati goletta

 

http://www.gazzettinodelgolfo.it/ecosuoni-sulla-francigena-legambiente-ospite-deccellenza/#.V44zJBWLTIU

Ecosuoni 2016, Legambiente ospite d’eccezione

http://www.ilmessaggero.it/latina/ecosuoni_a_terracina_il_convegno_di_legambiente_sulle_agromafie1870885.htmlhttp://www.ilmessaggero.it/latina/ecosuoni_a_terracina_il_convegno_di_legambiente_sulle_agromafie-1870885.htm

http://www.h24notizie.com/2016/07/legambiente-ospite-deccezione-a-terracina-nellambito-di-ecosuoni-sulla-francigena/

Terracina / Legambiente ospite per la 6^ edizione della rassegna “Ecosuoni sulla Francigena 2016”

http://www.latinacorriere.it/2016/07/19/terracina-4/

 

 

Esposto di Legambiente su roghi sospetti

http://www.h24notizie.com/2016/08/legambiente-presenta-un-esposto-per-la-vicenda-dei-roghi-sospetti-a-terracina/

http://www.terracinanotizie.net/notizie/cronaca/192/roghi-notturni-sospetti-lesposto-di-legambiente-in-procura

http://www.gazzettinodelgolfo.it/roghi-sospetti-a-terracina-legambiente-presenta-esposto/#.V6xnHZiLTIU

http://www.latinacorriere.it/2016/08/11/roghi-sospetti-terracina-esposto-procura-legambiente/

Terracina: roghi sospetti, esposto di Legambiente

Il Giornale di Latina 12 agosto

Terracina, roghi sospetti esposto in Procura di Legambiente

Il Messaggero 12 agosto 2016

Latina Oggi 12 agosto 2016 Roghi sospetti

Roghi sospetti a #Terracina: Legambiente presenta un esposto in procura

http://www.latinatoday.it/cronaca/incendi-terracina-esposto-legambiente-procura.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

#Adesione al Comitato #stoptrivelle

TERRACINA LEGAMBIENTE STOP TRIVELLEil 17 aprile si vota!
Il primo nostro impegno come Circolo è stato quello di aderire alla Campagna Referendaria unitaria per superare il muro del silenzio e permettere che questo referendum sia colto come l’occasione di ridiscutere la strategia energetica di questo Paese.

Già per due volte con i referendum sul nucleare i cittadini – su richiesta del movimento ambientalista – hanno impedito di imboccare strade che, oltre ad essere pericolose, il tempo si è incaricato di dimostrare erano folli anche dal punto di vista economico e sociale.

http://www.legambiente.it/referendum-stop-trivelle

Adesioni

adesione al comitato