#comunicatostampa1

Nasce anche a Terracina un Circolo di Legambiente che apre una nuova fase nello scenario ambientalista della città. Il Circolo aderisce a Legambiente Lazio, nata nel 1987, l’associazione ambientalista più diffusa nel territorio della Regione Lazio con 10.000 sostenitori, più di 50 Gruppi locali e 100 Classi per l’Ambiente. A livello nazionale Legambiente è attiva con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 Gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano a campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali.
Il Circolo è frutto delle prime ma intense attività del Comitato Cittadino Pisco Montano, Sorgenti Termali e Riviera di Levante, attivo solo da settembre 2015, che aveva felicemente già portato in città il famoso cigno verde partecipando a due campagne nazionali di Legambiente (Puliamo il Mondo 2015 per la Scogliera di Levante del 27 settembre e Festa dell’Albero 2015 per i Giardini di Levante del 22 novembre), con il supporto dei Circoli già esistenti in zona e grande partecipazione della cittadinanza e attenzione dei media.
Il Circolo nasce inoltre a ridosso della fusione di due grandi realtà del Sud Pontino come il Circolo Legambiente Arcobaleno di Latina ed il Circolo Legambiente Lepini di Sezze e ha nella sua missione costitutiva quello di fare rete con tutti i Circoli del Sud Pontino al fine di creare una rete solida di comunità attive e resilienti e motivare allo scambio di buone pratiche negli ambiti della questione climatica, del risparmio energetico e delle energie rinnovabili, della gestione dei rifiuti, del ciclo delle acque, della mobilità, delle aree protette e dei parchi, della agricoltura e pesca sostenibile.
Il nuovo Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” conferma la centralità della integrazione del territorio di Terracina nel Parco Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi con i suoi due preziosi Monumenti Naturali di Monte Sant’Angelo e Tempio di Giove Anxur e di Camposoriano, ed aderisce convintamente al Forum Agenda21 locale di Terracina, di cui esprime gia’ il coordinatore del Tavolo “Ambiente e Biodiversita’”.
Si vuole porre prioritariamente al centro del dibattito cittadino sia il tema della qualità delle acque – (anche per questa ragione Goletta Verde si fermerà a Terracina nel 2016!) – che il mantenimento e l’allargamento delle aree marine protette e la tutela della fascia costiera e del mare, che la questione della tutela della bellezza dei siti archeologico-naturalistici e la tutela dell’importante percorso della Via Appia Traianea al centro di iniziative importanti del MIBACT e dell’UNESCO, sia la questione del turismo sostenibile, al fine di sviluppare un ecosistema che coinvolga sia la fascia costiera e marina che l’entroterra agricolo (con strutture ricettive sostenibili, trasporti via mare e via terra sostenibili e integrati, nuovi pacchetti turistici “verdi”, percorsi enogastronomici a km.0, etc.) in grado di soddisfare le esigenze di un turismo ambientale, naturalistico, culturale. Altrettanto centrali sono la questione della mobilità sostenibile con l’ampliamento della pista ciclabile (raccordando la fascia costiera con l’entroterra) e l’integrazione tra i diversi mezzi di trasporto (treno+bici+navetta elettrica) e la cocente questione della disoccupazione e del disagio giovanile, relativamente alla quale verranno programmate specifiche iniziative in coordinamento con le Scuole, volte alla partecipazione ai campi di lavoro e alla creazione di nuove Classi per l’Ambiente e di nuove competenze e nuovi lavori “verdi” (i cosidetti green jobs).
Il Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano” opererà con la massima sinergia con le altre associazioni, l’amministrazione e gli altri enti presenti sul territorio e si organizzerà in gruppi tematici: comunicazione ambientale e campagne e feste nazionali, risparmio energetico e fonti rinnovabili, turismo sostenibile, agricoltura, pesca e alimentazione sostenibile in stretta collaborazione con la condotta SLOWFOOD, scuola e formazione, parchi, giardini e orti urbani, aree marine protette, biodiversita’ e qualita’ delle acque in stretta collaborazione con il WWF, parchi e monumenti regionali, tutela delle coste e spiagge, mobilita’ sostenibile in stretta collaborazione con il gruppo spontaneo Ciclisti Urbani di Terracina e con altre associazioni di pendolari, tutela dei beni culturali e archeologici in stretta collaborazione con ARCHEOCLUB – Sezione di Terracina, Comitato Pisco Montano e Comitato Terracina nell’Unesco, tutela degli animali anche per valorizzare l’esperienza unica del Canile Comunale di Terracina e tutelare le numerose colonie feline. Per quanto riguarda la attuazione dei principi della economia circolare collaborerà strettamente con la Strategia RIFIUTI ZERO a livello locale, regionale e nazionale.
Siamo convinti che solo uno sviluppo sostenibile e rispettoso dell’ambiente possa assicurare un futuro alle nuove generazioni e crediamo fermamente che ciascuno di noi può diventare da subito protagonista per una svolta ecologica dell’economia e dei rapporti tra gli esseri viventi. Il primo Consiglio Direttivo del Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” è composto da Anna Giannetti Presidente; Gabriele Subiaco Vice-Presidente; Antonio D’Ettorre, Marco Cervelloni, Danilo Mastracco, Carla Promutico, Laura De Risi, Marco Finucci, Piergiorgio Trillo’ consiglieri.

Annunci