IL PROGETTO DEL CIRCOLO LEGAMBIENTE TERRACINA E DELL’IC DON MILANI DI TERRACINA “LA SCUOLA VERDE FUORI DALLA PORTA” E’ TRA I PROGETTI FINANZIATI DAL MIUR CON FONDI EUROPEI DEL PON 2014-2020 PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA, AL 7^ POSTO SU 41 SCUOLE DELLA PROVINCIA DI LATINA E AL 57^ POSTO SU 286 IN TUTTA LA REGIONE LAZIO.

Comunicato stampa n.73                                                11 gennaio 2018

Il progetto, denominato “La scuola verde fuori dalla porta” è stato sviluppato nell’ambito della Convenzione tra il Circolo Legambiente di Terracina “Pisco Montano” e “IC Don Milani” – Primo Ciclo, con il supporto del Dipartimento Scuola e Formazione di Legambiente nazionale, e risulta tra i 286 progetti approvati ed ammessi al finanziamento per la Regione Lazio in base alle graduatorie MIUR a valere sul PON 2014-2020 – Fondi strutturali europei, Competenze di base, Asse I (FSE), Azione 10.2.1 (10.2.1 – Azioni per la scuola dell’infanzia- 10.2.1A – Azioni specifiche per la scuola dell’infanzia) a valere sull’ Avviso pubblico n.1953 del 21 febbraio 2017, pubblicate con decreto del 29 dicembre scorso, qualificandosi AL 7^ POSTO SU 41 SCUOLE DELLA PROVINCIA DI LATINA E AL 57^ POSTO SU 286 IN TUTTA LA REGIONE LAZIO. Il Progetto, frutto di un grande lavoro sinergico tra il Circolo Legambiente locale e la Scuola IC Don Milani dell’ultimo anno, è uno dei risultati più importanti della Convenzione firmata tra l’Istituto e il Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” che, a partire dal riconoscimento della Scuola IC Don Milani come Scuola Sostenibile Legambiente (una delle venti della Regione Lazio), prevede un’ampia collaborazione su temi, quali la qualità e la rigenerazione degli spazi scolatici anche attraverso interventi pratici di efficienza energetica e l’uso delle energie rinnovabili nella scuola,  l’attivazione di percorsi didattici ispirati alla sostenibilità (la cura dell’Orto e del Frutteto didattico, la consapevolezza alimentare e la lotta agli sprechi, lo stop al consumo di suolo, il Teatro come strumento di conoscenza dell’ambiente, l’utilizzo di Aule Verdi), la costruzione di un innovativo percorso di educazione “La Scuola nel Parco: Il Parco nella Scuola” in un ideale connessione tra la Scuola e il parco cittadino del Montuno, già riaperto da Legambiente in occasione delle Campagne Nazionali “Puliamo il Mondo 2016 e 2017”, “Festa dell’Albero 2016 e 2017” e proposto da Legambiente alla Amministrazione Comunale come sede permanente di un CEA (Centro di educazione ambientale) all’interno di un più articolato Progetto di Rigenerazione.

“Siamo davvero felici di questo risultato che premia la nostra dedizione alla scuola e la nostra capacità di lavoro sinergico e crediamo in questo progetto che ci permetterà di innovare profondamente la didattica cittadina con nuovi metodi di “Outdoor Education” integrando il Parco del Montuno e in generale tutte le aree verdi cittadine come estensione delle Aule Verdi dei plessi, nella Scuola IC Don Milani. Il ruolo di Legambiente nel progetto, oltre quello di aver guidato la progettazione strategica del PON, sarà poi quello di mettere a disposizione esperti tutor, che affiancheranno la scuola nella progettazione didattica e nella realizzazione dei tre moduli di progetto (Orti Didattici e Giardini Sensoriali, Io ero un albero- Esperienze di teatro nel Verde, L’Orto nel Piatto – Alimentazione e Cittadinanza Attiva). Un ringraziamento doveroso va in particolare alla Maestra Gilberta Coniguardi, che ha creduto con convinzione fin da subito nelle nostre potenzialità, alla Maestra Catia Mosa, responsabile di funzione, la cui esperienza didattica ed esperienziale nel settore ambientale è stata fondamentale alla riuscita del progetto, alla Dirigente Scolastico Prof. Giuseppina Di Cretico per la sua guida sicura e il suo costante incoraggiamento, al Dott. Giuseppe Sebastianelli, Direttore Servizi Generali e Amministrativi per il suo impegno nella gestione della complessa piattaforma tecnico-contabile dei PON MIUR e al Prof. Carlo Spaziani per il suo supporto nella comunicazione. Un grande ringraziamento va anche agli insostituibili e preziosi colleghi del Dipartimento Scuola e Formazione di Legambiente nazionale Vanessa Pallucchi e Claudia Cappelletti che ci hanno sempre supportato e aiutato” dichiara Anna Giannetti, Presidente del Circolo Legambiente di Terracina.

Pon Milani1Pon Milani2

 

 

Alcune attività svolte nel 2017 nel contesto della Scuola Sostenibile Legambiente

La Maestra Catia Mosa, responsabile di Funzione strumentale per gli ambienti di apprendimento con riferimento alle Aule Verdi e alla Educazione Ambientale, e storica ambientalista cittadina impegnata da anni su progetti di difesa e ampliamento del verde cittadino e coordinatrice del progetto Amici del Pianeta e Aule Verdi, afferma con entusiasmo: “Il progetto finanziato intende incrementare la curiosità, la voglia di esplorare l’ambiente e vivere esperienze sensoriali e percettive, maturando nello stesso tempo comportamenti sostenibili e promuovendo le buone pratiche anche in ambito familiare, di quartiere, territoriale, al fine di ampliare lo spazio didattico e pedagogico per raggiungere gli obiettivi propri della scuola dell’infanzia. Si articola in tre moduli: il primo è dedicato alla cura degli orti e dei giardini; il secondo fa ricorso all’attività teatrale in natura per stimolare una didattica attiva, inclusiva e compensativa; il terzo è dedicato all’acquisizione di corrette abitudini alimentari favorendo la lotta allo spreco alimentare e il riuso della frazione organica dei rifiuti, il tutto in un contesto di una didattica “fuori dalla porta” e di continuo scambio tra la Scuola, gli Alunni, le Famiglie, i Docenti e il Parco cittadino del Montuno, in  fase di riapertura dopo decenni di abbandono anche grazie al grande lavoro del Circolo Legambiente che se ne è fatto carico con una grande opera volontaria di pulizia, rigenerazione e valorizzazione”.

Pon Milani3Pon Milani4

Aule verdi, Giornate, Azioni e Campagne svolte presso i Plessi scolastici nel 2017

“In seguito alla firma della Convenzione con il Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” lo scorso aprile annunciammo da subito la nostra volontà congiunta di partecipare agli avvisi dei PON MIUR. https://legambienteterracina.wordpress.com/2017/05/09/listituto-don-milani-diventa-la-prima-scuola-sostenibile-legambiente-di-terracina-e-tra-le-20-del-lazio-iniziando-con-il-circolo-legambiente-di-terracina-un-cammino-verso-un-profondo-cambiam/ e costituimmo immediatamente una task force che ha lavorato intensamente per l’obiettivo, mentre si svolgevano presso i plessi già molte delle azioni progettate assieme come la costruzione e la gestione dell’Orto e del Frutteto Didattico e l’utilizzo della Compostiera. Sono particolarmente orgogliosa quindi per il prezioso riconoscimento da parte del MIUR al progetto, che, oltre a proiettare il nostro Istituto a livello nazionale, è soprattutto una grande opportunità di affiancamento dei nostri docenti agli esperti tutor di Legambiente per perfezionare così la nostra offerta didattica in materia di Educazione Ambientale, portandola al livello di eccellenza regionale e nazionale.

Pon Milani5

La task force a lavoro per il PON

La direzione strategica e il supporto tecnico e scientifico di Legambiente e soprattutto il riconoscimento come “Scuola Sostenibile di Legambiente”, percorso rivolto alle scuole che intendono lavorare ad un cambiamento della gestione dell’edificio scolastico e del modo di viverlo, attraverso l’assunzione di stili di vita più sostenibili, ci ha permesso di valorizzare in una ottica più integrata tutti gli importanti progetti già in essere nella nostra scuola: Senza Zaino, modello pedagogico-didattico innovativo fondato sui valori della ospitalità, responsabilità e comunità, Amici del pianeta, percorso di educazione ambientale condiviso dai tre Plessi e finalizzato all’acquisizione di comportamenti sostenibili fin dai primi anni di scuola attraverso l’attitudine al “prendersi cura” in senso lato, Aule Verdi, luoghi presenti in tutti i plessi per attività di educazione ambientale all’aperto utilizzate quotidianamente nella trama curricolare dell’esperienza scolastica, Sapere i sapori ‘L’orto è servito’, progetto regionale di educazione alimentare e al consumo consapevole con la finalità di incrementare nei bambini sane abitudini alimentari,  ‘Zero Waste’, percorso di educazione alla economia circolare per la differenziazione dei rifiuti, il riciclo, il riuso, EcoSchools, programma internazionale della Foundation For Environmental Education -FEE– per l’educazione, la gestione e la certificazione ambientale. Ci impegneremo a fondo, con il supporto fondamentale di Legambiente nelle sue articolazioni locale, regionale e nazionale, per fare del nostro Istituto una eccellenza nella educazione ambientale nella Regione Lazio” dichiara soddisfatta la Prof. Giuseppina Di Cretico, Dirigente Scolastico.

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l’associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell’associazione è l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.

Annunci

IL CIRCOLO LEGAMBIENTE TERRACINA ANNUNCIA PER IL 30 DICEMBRE 2017 LA CREAZIONE DI UN NUOVO ITINERARIO STORICO-NATURALISTICO CITTADINO DENOMINATO “SULLE ORME DI J.W. GOETHE” ORGANIZZATO ALL’INTERNO DEL FESTIVAL NAZIONALE “GOETHE IN ITALIA”, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRACINA, REGIONE LAZIO – VISIT LAZIO, CAMMINI D’EUROPA, APPIA DAY E CON LA GENTILE COLLABORAZIONE DEL PRESTIGIOSO MUSEO “CASA DI GOETHE” DI ROMA E LOCANDA MARTORELLI – MUSEO DEL “GRAND TOUR” DI ARICCIA, RIAPRENDO PER L’OCCASIONE VILLA SALVINI E IL PARCO DEL MONTUNO. INOLTRE ANNUNCIA l’ADESIONE DEL COMUNE DI TERRACINA AL PROTOCOLLO DI INTESA PER L’APPIA DAY CON DELIBERA DI GIUNTA N. 205 del 6 Dicembre 2017.

Comunicato stampa n.72                                          27.12.2017

Come già recentemente annunciato per la campagna nazionale Clean Up the World-Puliamo il Mondo 2017 a Terracina nei luoghi dell’Appia Traianea, Terracina è diventata, grazie alle iniziative del Circolo, sia una tappa importante dell’”Appia Day”, essendo il Circolo membro del Comitato Promotore nazionale dell’Appia Day, http://www.appiaday.it/ e autore di un importante evento denominato “Terracina: La Regina della Via Appia” con annesso itinerario turistico-esperienziale, che del Festival Nazionale “Goethe in Italia” http://www.camminideuropa.it/goethe-in-italia /, festival di letterature, arti e culture di viaggio, con l’obiettivo di istituire un nuovo itinerario di visita permanente.

L’itinerario #camminodigoetheaterracina è stato già presentato, insieme con il #camminodellaviaappiatraianeaaterracina, dal Circolo, in occasione di due importanti occasioni pubbliche nazionali e internazionali: la Conferenza scientifica internazionale organizzata dalla Unione Europea ERASMUS+ Cultour Plus “INTERNATIONAL CONFERENCE CULTURAL MANAGEMENT AND GOVERNANCE FOR EUROPEAN PILGRIMAGE ROUTES AND RELIGIOUS TOURISM. GESTIONE E GOVERNANCE CULTURALE PER I CAMMINI SPIRITUALI EUROPEI, DEL TURISMO RELIGIOSO E DEI SITI TERMALI”, svoltasi a Cori il 3-6 novembre scorso http://eventos.unex.es/11942/detail/international-conference.-cultural-management-and-governance-for-european-pilgrimage-routes-and-rel.html  e la Conferenza nazionale ALL ROUTES LEAD TO ROME – TUTTI GLI ITINERARI PORTANO A ROMA, svoltasi a Roma dal 17 al 26 novembre scorso presso Palazzo Massimo, sede del Museo Nazionale Romano, evento ufficiale dell’Anno Mondiale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, proclamato dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) presso le Nazioni Unite, promosso dalla rete di cooperazione internazionale “Cammini d’Europa” e da “Vie Sacre”, realizzato da Infosei, in collaborazione con Società Geografica Italiana, Consorzio Francesco’s Ways e la rete cicloturistica nazionale Viandando. con la Soprintendenza Speciale per il Colosseo e le Aree archeologiche di Roma e il Parco Archeologico dell’Appia Antica, e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, il Ministero dell’Ambiente, il Pontificio Consiglio della Cultura, la Pastorale Nazionale del Turismo della CEI, l’ANCI, l’UNPLI, Federculture e Federcultura/Confcooperative http://www.camminideuropa.it/all-routes-lead-to-rome/

La prima tappa del Festival nazionale Goethe in Italia a Terracina (alla quale seguirà una successiva tappa ufficiale il 23 febbraio 2018 in occasione dell’anniversario del suo passaggio a Terracina) si svolgerà il prossimo sabato 30 dicembre 2017 come itinerario letterario-storico-naturalistico-paesaggistico, guidato dal Circolo Legambiente Terracina con la gentile collaborazione del Museo Casa di Goethe di Roma e del Museo del Grand Tour-Locanda Martorelli di Ariccia gestito dall’Archeoclub Aricino-Nemorense, e si svolgerà in italiano e in inglese secondo il seguente programma:

 Ore 10 – Partenza da Villa Salvini (ingresso alla Villa in Via G. Marconi 3 a Terracina) e racconto della Villa e dell’Appia – lettura del primo brano del “Viaggio in Italia” di Goethe in cui si racconta il Decennovium e l’arrivo sulla via Appia e ricordo della stele in memoria presso il Palazzo Comunale);

–           Visita ai Giardini di Levante e al suo panorama sul Pisco Montano (la Rupe) con gli occhi di Goethe (racconto della stazione di posta dove si fermavano i viaggiatori del Grand Tour) e lettura del secondo brano del “Viaggio in Italia” di Goethe;

–           Visita panoramica del Parco del Montuno – lettura del racconto “Goethe a Terracina” dello scrittore e giornalista Mario Fortunato, finalista del Premio Strega e vincitore del Premio Mondello e Super Mondello e autore di un seguitissimo blog su L’Espresso “Culture Club”;

–           Ore 12.30- Omaggio alla Piazza Goethe, antistante il Parco (dove apporremo una visibile targa di riconoscimento sulla Piazza e presenteremo a tutti l’Associazione “GoetheinItalia” e il #camminodigoethe e il ruolo importante che Terracina sta svolgendo nel proporre il cammino come itinerario culturale europeo.

goethe1

Si sta già infatti lavorando alla redazione del “Dossier di candidatura” da presentare all’accordo parziale allargato tra Commissione Europea e Consiglio d’Europa – per tramite dell’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali di Lussemburgo – al fine di certificare l’Itinerario europeo di Goethe come Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa (secondo le previsioni e i criteri descritti nella risoluzione CM/Res(2013)67) e il Circolo ha infatti inviato nei giorni scorsi ufficialmente alla Amministrazione Comunale lo Statuto dell’ Associazione Culturale Europea “Goethe in Italia” nella quale saranno coinvolti tutti i 71 Comuni attraversati dall’Itinerario – con la candidatura di Ariccia a comune capofila in virtù delle sue eccellenze culturali prima fra tutti la Locanda Martorelli, Museo del Grand Tour, gestito dall’Archeoclub Aricino-Nemorense –con un Comitato scientifico internazionale che coinvolgerà personalità e studiosi di Cammini d’Europa, Società Geografica Italiana, Goethe-Institut, Museo “Casa di Goethe” e da altre autorevoli istituzioni culturali. Riteniamo infatti che Terracina non possa mancare questo storico appuntamento e ci appelliamo alla grande sensibilità mostrata dall’Assessore Dott. Avv. Barbara Cerilli sul tema: http://www.terracinatime.it/dalla-citta/22-02-2017-viaggio-italia-goethe-bicentenario-anche-a-terracina/

Il Comune di Terracina con la recente delibera di giunta n.205 ha già  aderito alla proposta del Circolo, membro del Comitato Promotore Nazionale Appia Day, ed è entrato di fatto e di diritto nella rete dei 22 comuni e delle aree protette dell’Appia Day, sempre più al centro dell’azione nazionale e regionale visto che il Mibact ha recentemente presentato con il contributo della Regione Lazio, anche una importante guida regionale  “In cammino sulla via Appia nel Lazio”, in cui Terracina è ampiamente presente, seppure con qualche imprecisione che il nostro Circolo sta provvedendo a segnalare per le prossime edizioni, http://www.sabap-rm-met.beniculturali.it/it/237/eventi/1565/presentazione-della-guida-in-cammino-sulla-via-appia-nel-lazio_-al-passo-con-la-storia-tra-roma-e-il-garigliano .

 goethe2

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l’associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell’associazione è l’ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell’ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.